Pubblicato lo standard ISO sulla Carbon Footprint di Prodotto!

By 27 agosto 2018Notizie

Dopo un percorso lungo 10 anni, l’ISO è finalmente arrivato a pubblicare il proprio standard sulla Carbon Footprint di prodotto, l’ISO 14067.

Il primo travagliato tentativo era stato avviato nel lontano 2008 e aveva dovuto ripiegare verso la pubblicazione di una Specifica Tecnica (TS), per l’evidente mancanza di un sufficiente consenso a livello internazionale a favore di un vero e proprio standard, soprattutto da parte dei paesi in via di sviluppo.

Avere accettato nell’agosto del 2015 di guidare un nuovo gruppo di lavoro finalizzato a fare evolvere il TS in uno standard ISO è stata una sfida notevole, ma il magistrale supporto del Segretariato BSI di Ben Hedley, (UK), la costante collaborazione del Co-convenor Harmke Himmink, Sudafrica, e la grande partecipazione di un fantastico gruppo di lavoro ha fatto si che il risultato potesse essere raggiunto perfettamente all’interno delle tempistiche stabilite per il progetto e con il netto supporto dell’85% dei paesi votanti.

La pubblicazione dello standard porta con se, insieme all’evidente soddisfazione per il risultato raggiunto, un misto di stanchezza per il grande lavoro e impegno dedicato al progetto e di nostalgia per dover chiudere un gruppo di lavoro composto da molte persone di indiscussa esperienza e spessore umano.

Adesso inizia la fase della promozione per la diffusione di uno standard che sono convinto riscuoterà un grande successo di mercato per contribuire a combattere un riscaldamento climatico sempre più preoccupante.

Avrò il piacere di presentare i contenuti della nuova ISO 14067 il 12 settembre in Cambogia e poi al nostro Tea Corner del 26 settembre e quindi nel primo corso di formazione in programma il 2 di ottobre.

Chi fosse interessato a seguire i ns eventi può iscriversi alla mailing list nella sezione “Contatti” del sito www.aequilibria.com.

Join the discussion One Comment

  • Gennaro Aprea ha detto:

    Ottima notizia ! Congratulazioni.
    Data l’importanza , sarebbe interessante ed utile che Aequilibira organizzasse una presentazione analoga anche nelle principali città italiane appoggiandosi alle locali associazioni di imprese e di ecologisti per far conoscere in definitiva alla maggior parte possibile di persone interessate.

Leave a Reply