Carbon Footprint di Prodotto

L’impronta climatica di un prodotto (conosciuta a livello internazionale con la sigla CFP dal nome inglese Carbon Footprint of Product) è la quantificazione delle emissioni di gas serra (GHG) legate all’intero ciclo di vita di un prodotto. Nel conteggio sono quindi considerate tanto le emissioni collegate all’estrazione e trasformazione della materia prima, quanto quelle legate alla produzione, al trasporto, all’utilizzo e lo smaltimento finale del prodotto.

Introdurre la Carbon Footprint significa comprendere quali di queste fasi sono maggiormente critiche in termini di emissioni di GHG, rendendo possibile l’attuazione di efficaci interventi di riduzione delle stesse.

In questo campo l’esperienza di Daniele Pernigotti è attestata dal ruolo di coordinatore nazionale GL 15 dell’UNI in materia di gas serra, dalla sua partecipazione alla redazione a livello internazionale della norma relativa alla CFP (ISO/TS 14067) e dall’attività di diffusione e promozione della Carbon Footprint da lui svolta nei Paesi in via di Sviluppo.