LO STANDARD ISO 14067 E LA CFP SYSTEMATIC APPROACH

La CFP ha vissuto un primo complicato e lungo percorso di sviluppo, inizialmente osteggiata da alcuni paesi in via di sviluppo, che ha portato alla pubblicazione della Specifica tecnica ISO/TS 14067. La successiva revisione, guidata a livello ISO da Daniele Pernigotti, è invece riuscita a portare in tempi molto rapidi alla pubblicazione, nello scorso agosto, della norma ISO 14067 sulla Carbon Footprint di Prodotto (CFP).

Lo standard sta avendo un grande successo di mercato, in ottica di contribuire a combattere un riscaldamento climatico sempre più preoccupante. Uno dei contenuti più innovativi della nuova norma è il “CFP systematic approach”  (CFP SA) che facilita lo sviluppo di CFP di più prodotti all’interno della stessa organizzazione.

Il servizio di pulizia è il primo settore ad essersi mosso nell'adozione della Carbon Footprint di prodotto in ottica di approccio sistematico, una delle principali novità della nuova norma UNI EN ISO 14067.

Un bene (il carrello di pulizia prodotto da TTS) che probabilmente sarà il primo prodotto a livello internazionale ad ottenere la certificazione della propria CFP SA

Tali certificazioni riconoscono la capacità delle diverse società di sviluppare, in modo molto rapido e flessibile, la CFP dei propri prodotti seguendo, o anticipando, le richieste dei clienti.

Share
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook

Ricevi le News via email per restare aggiornato sulle tematiche di Normativa Ambientale, Cambiamento Climatico, Sostenibilità e su tutte le nostre attività istituzionali e formative.

Iscriviti alla Newsletter Aequilibria

Aequilibria utilizzerà i dati forniti per l’invio della propria newsletter. Cliccando sul pulsante ISCRIVITI si accetta il trattamento dati in accordo all’informativa sulla privacy e al regolamento GDPR.

Bell_
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.